Attività

Le attività previste dal progetto includono la realizzazione di ricerche, workshop, mostre sul patrimonio rurale organizzate congiuntamente dai co-organizzatori e dai partner associati, formazione e divulgazione dei risultati del progetto, nel dettaglio:

  • Organizzazione di quattro workshops internazionali che riuniranno gli etnografi, i museologi, i responsabili culturali, gli storici e gli animatori dello sviluppo rurale di tutti e 7 i Paesi di partecipazione. I workshop promuoveranno uno scambio di esperienze e contribuiranno a) alla creazione di una rete per la ricerca e la documentazione sul patrimonio rurale Europeo; b) allo sviluppo di “temi” specifici per l'organizzazione congiunta delle mostre sul patrimonio rurale; c) alla pianificazione logistica delle mostre stesse
  • Organizzazione nei Paesi partecipani di workshops nazionali, per fornire input per la realizzazione dei workshop internazionali ed incoraggiare il coinvolgimento di musei ed altri operatori culturali attivi a livello locale
  • Ricerca e documentazione comparative su “temi verticali” relativi al patrimonio rurale Europeo (prodotti enogastronomici, architettura, musica, utensili, arte, racconti ecc) e su tre “temi orizzontali” che collegano il patrimonio rurale allo sviluppo sostenibile, sociale ed economico, delle Comunità rurali.
  • Organizzazione di tre mostre tematiche. Ogni partner dovrà partecipare a due mostre tematiche, mentre ogni mostra dovrà essere itinerante, “visitando” almeno tre luoghi in 3 Paesi diversi, per un totale di nove location.
  • Formazione degli operatori culturali di diverse parti d’Europa (personale dei musei, responsabili ed animatori di sviluppo culturale nelle zone rurali ecc) in corsi estivi di dieci giorni al fine di migliorare le loro conoscenze tecniche e teoriche (e di incrementare la loro consapevolezza riguardo al fatto che il patrimonio rurale può essere fattore di sviluppo sostenibile) e per promuovere cooperazione e networking internazionale.
  • Organizzazione di corsi pratici brevi, conferenze ed altri eventi culturali (preferibilmente in concomitanza delle mostre) sulle abilità tradizionali, i costumi, la musica, la cucina, l’architettura tradizionale ecc, richiamando un pubblico ampio ed in particolare i giovani e le scuole. Le versioni internet di questi corsi ed eventi saranno sviluppate ed offerte.
  • Organizzazione di una conferenza internazionale di fine progetto per divulgare i risultati, per promuovere ulteriori scambi internazionali di esperienze fra professionisti e organizzazioni, per evidenziare i legami fra patrimonio rurale e sviluppo rurale sostenibile, per proporre la prosecuzione delle attività di progetto attraverso la costituzione formale di un network per l’eredità rurale
  • Una serie di pubblicazioni, compresi i risultati della ricerca; guide per le mostre; report dei workshop e delle conferenze; un manuale formativo per i corsi estivi; brevi manuali per i corsi e gli eventi culturali connessi ai workshop.
  • Creazione di un sito Web dedicato per diffondere le attività ed i risultati del progetto e per ospitare exhibitions virtuali, pubblicazioni del progetto ed e-learning.
  • Gestione e coordinamento giornaliero del progetto: pianificazione, controllo e valutazione delle attività di progetto con il sostegno di un comitato di coordinamento che si riunirà regolarmente